Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Archivio per il tag “Vaticano”

“Non sparlare degli altri!” il libro che papa Francesco ha regalato ai dipendenti vaticani

“Tutti in Vaticano devono leggere questo libro!” Questo ha pensato Papa Francesco quando padre Emiliano Antenucci gli presentò il suo libro “Non sparlare degli altri” (edizioni Effatà 2019).

Detto fatto. Poche settimane dopo, a tutti i dipendenti della città del Vaticano è stato recapitato questo speciale dono del Sommo Pontefice. Per assicurarsi che tutti ricevano il libro, è stato disposto che la consegna ad ogni dipendente avvenisse «apponendo la propria firma sull’apposito modulo che ne certifichi l’avvenuto ritiro». Così recita la circolare inviata ai direttori e responsabili dei vari uffici, che precisa: «si sottolinea che Papa Francesco ha espresso il preciso desiderio che ognuno ne abbia uno».

Continua a leggere…
Annunci

La rabbia e i distinguo. L’arrembaggio dei “pompieri” mediatici dopo la strage in Sri-Lanka

Nel giorno in cui, per i cristiani, la vita sconfigge definitivamente la morte, e la luce di Cristo rischiara le tenebre del dubbio, del peccato, un feroce attacco terroristico ha massacrato più di 350 persone innocenti, una cifra destinata a salire col passare del tempo. Si dice che subito dopo i “social” siano impazziti, con la diffusione di sfoghi, condanne e accuse tanto che il governo dello Sri-Lanka avrebbe deciso di chiudere i social network per evitare diffondersi di violenza e di notizie fuorvianti.

Gli strani sofismi di Spadaro e Monda, pompieri all’arrembaggio

Credo però che, di fronte a un fatto del genere, certe reazioni siano del tutto naturali e giustificabili, mentre al contrario trovo a-normali e ingiustificabili i commenti e le analisi “più o meno colte” che alcuni sedicenti esperti hanno esposto “tra una portata e l’altra” del loro pranzo di Pasqua, nella quiete patrizia (come direbbe Diego Fusaro) dei loro appartamenti. Mi riferisco al fatto che, se una simile tragedia dovesse accadere a nostro fratello, a nostra sorella, ai nostri figli o ai nostri genitori (venire uccisi mentre sono al mercato, per strada o tanto peggio mentre sono riuniti in preghiera festeggiando un evento gioioso come la Pasqua) una reazione scomposta sarebbe più che giustificata. Dolore, rabbia, disperazione, sconforto, sete di giustizia e di vendetta, richiesta pressante che mai più si ripeta una tale carneficina che nessun dio oserebbe richiedere a meno che non governi un mondo di tenebre e sia mosso dall’odio verso tutto il creato e il suo Artefice. Queste sono reazioni normali, umane, comprensibili e dunque giustificabili per chi ha subito e vissuto un simile incubo.

Continua a leggere…

La lección de Benedicto: no a una nueva Iglesia. Comunidades catecumenales para vivir la fe

El breve ensayo del papa Benedicto XVI sobre la llaga de los abusos sexuales en la Iglesia (texto publicado en español en la pagina web de Aciprensa) ha dado la vuelta al mundo en pocas horas, dando lugar a  reacciones opuestas entre quienes aplauden la profunda análisis del papa emérito y quienes critican la oportunidad de que Benedicto XVI continúe a expresar su pensamiento prefiriendo un emérito silencioso y aislado que se dedique solo a la oración (posiblemente silenciosa). Sin embargo Benedicto XVI afirma que ha querido ofrecer su contribución a la “Cumbre sobre los abusos sexuales” convocado por el papa Francisco en el Vaticano, después de haber consultado al actual Pontífice y a su Secretario de Estado, el cardenal Parolin.

Continua a leggere…

Carlo Acutis, il ragazzo citato da Papa Francesco come esempio per i giovani #ChristusVivit

Sembra proprio che un filo rosso leghi le ultime due Esortazioni Apostoliche di papa Francesco: «Gaudete et Exultate» (2018) e «Christus Vivit», dedicata ai giovani, firmata a Loreto il 25 marzo e resa pubblica in 2 aprile di quest’anno. E’ il tema della santità alla quale tutti i cristiani sono chiamati e a cui ognuno di noi deve tendere nel proprio cammino di fede; un cammino alla sequela di Gesù Cristo che inizia col Battesimo e che cresce all’interno della comunità ecclesiale col sostegno dell’ascolto della Parola di Dio e della celebrazione dei Sacramenti.

Continua a leggere…

La citazione sessista del cardinale Ravasi e le polemiche su twitter

Non è la prima volta che un messaggio lanciato su twitter da mons. Gianfranco Ravasi, vescovo lombardo da dodici anni Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, desta stupore e non poco imbarazzo tra i cattolici. Acclamato più dagli atei (lui amerebbe definirli “gentili”) che dai fedeli, il cardinale utilizza il social network per pubblicare citazioni colte non sempre in linea con la fede cattolica. Ecco cosa ha scritto l’8 marzo e perché merita una riflessione…

Dagli al maschio. Alla conquista dell’ab-soluto.
Attaccare gli uomini per difendere le donne. È questa la strategia (vincente) utilizzata dal movimento femminista e sposata da più parti come una giusta battaglia sotto il vessillo dell’emancipazione femminile. Ma per onorare e rivalutare il ruolo della donna è proprio necessario degradare l’uomo? Per il femminismo più radicale, il maschio è un essere cattivo e deplorevole, proprio in quanto maschio, perché incapace di comprendere il valore della donna e perché causa di ogni situazione di sottomissione e sfruttamento. Con la rivoluzione sessantottina, che ha preso di mira per rovesciarla la struttura sociale tradizionale – sulla quale si è fondata la civiltà greco-romana – e ogni tipo di autorità, il maschio è diventato un ostacolo da sormontare, anzi da eliminare, se si vuole creare una nuovo ordine sociale basato sull’uguaglianza tra i generi e dare il via alla piena realizzazione della donna.

Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: