Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Archivio per il tag “Fede”

Con la fede digitalizzata ciò che è in gioco è la visione stessa della Chiesa e dell’uomo.

Minacciati nella carne dal coronavirus, come San Tommaso sentiamo il bisogno di toccare con mano la carne di Cristo Risorto. A causa della pandemia vediamo spostarsi pericolosamente il peso della realtà sulla dimensione spirituale a discapito di quella materiale e corporea. È urgente che la Chiesa rioccupi il suo luogo e ripopoli gli spazi abbandonati. Da tempo una Chiesa in ritirata dalla scena pubblica ha smesso di occupare spazi e ora col Corona virus, lo stop alle Messe e la digitalizzazione della realtà sacramentale corre il serio pericolo di schiacciarsi su una vaga forma di spiritualità che facilmente può tramutarsi in mera virtualità.

Ricevo questo articolo da un amico, giovane professore di religione che ha studiato teologia nella facoltà spagnola di San Damaso (Madrid).  Una interessante riflessione sui tempi che stiamo vivendo e sui rischi di una Chiesa in ritirata, chiusa in una spiritualità fatta di sacramentalità digitalizzata e comunità in streaming…

Continua a leggere…

Fino alla cima con Pablo Domínguez Prieto. L'entusiasmo di un uomo che ha incontrato il Signore (Video)

Vorrei consigliarvi la lettura di un libro a me molto caro, che ho più volte consigliato ai miei amici e ai clienti in libreria. Si tratta degli esercizi spirituali che Pablo Domínguez predicò alle monache cistercensi di Tulebras (piccolo paesino a Sud della Navarra) dall’11 al 15 febbraio del 2009. Una sorta di testamento spirituale se consideriamo che il sacerdote morì il giorno dopo la fine di questo ritiro. Morì alle tre del pomeriggio del 15 di febbraio 2009 mentre scendeva dal Moncayo (montagna in provincia di Zaragoza). Il libro originale è in lingua spagnola (Hasta la cumbre), pubblicato a Madrid (da Ediciones San Pablo) nel 2009, anno in cui il Signore chiamò don Pablo in cielo. Nel 2014 grazie alla gestione e alla traduzione dell’amico don Santiago Rolón, sacerdote argentino della diocesi di Roma, il libro è stato pubblicato in Italia dalle edizioni San Paolo.

Ogni 15 febbraio, diversi sacerdoti di Madrid che hanno conosciuto don Pablo assieme ad alcuni amici e parenti, si riuniscono ai piedi del Moncayo per celebrare la Messa sulla pietra dove è stato ritrovato il suo corpo.

Molti hanno conosciuto la figura di Pablo Domínguez attraverso il film-documentario “L’ultima cima“, diretto dal regista spagnolo Juan Manuel Cotelo che ha ottenuto un grande successo in venti paesi, compresa l’Italia. Il film presenta la figura di un sacerdote carismatico, una figura esemplare, una persona affabile e gioiosa, dotata di un grande senso dell’umorismo, ben voluta e amata da tutti. In questi giorni, in un’intervista rilasciata al sito Kath.net, il regista Cotelo ha affermato di aver conosciuto più di 50 ragazzi che sono entrati in seminario dopo aver visto il film l’Ultima Cima.

Continua a leggere…

Senza fede e senza figli: così padre Amorth vedeva gli italiani

March 18, 2010, Rome, Italy: Father Gabriele Amorth, 85, who has been the Vatican’s chief exorcist for 25 years. Credit: Antonello Nusca / Polaris

Sono da poco trascorsi tre anni dalla morte di padre Gabriele Amorth, sacerdote paolino nato a Modena nel 1925 e morto a Roma il 16 settembre del 2016. In occasione di questo anniversario, il giornalista Saverio Gaeta ha recentemente dato alle stampe un libro biografico di quello che fu per molti anni esorcista della diocesi di Roma, forse il più noto esorcista della Chiesa Cattolica e fondatore (nel 1990) dell’Associazione Internazionale degli Esorcisti (Saverio Gaeta, L’eredità segreta di don Amorth. Così la Madonna ha salvato l’Italia, Edizioni San Paolo 2019, pp. 224).

Durante il suo ministero, Amorth fu autore di numerosi libri in cui narra le sue esperienze di trent’anni di  esorcismi; libri che sono stati tradotti in diverse lingue e che hanno trovato un successo straordinario in tutto il mondo. Questi testi hanno il pregio di illustrare in maniera semplice e diretta come lavora il demonio, come attacca e inganna le persone (le sue tattiche e i suoi trucchi) e come è possibile prevenire o liberarsi dagli attacchi di queste nefasto nemico.

Continua a leggere…

Da schiava di Satana a figlia di Dio. L’incredibile storia di Mariangela Calcagno

La prima volta che raccontò la sua incredibile esperienza lo fece sotto pseudonimo per preservare la sua identità (e la sua vita). Nel suo libro “Fuggita da Satana”, edito nel 2007 da Piemme e ormai da tempo esaurito, Mariangela narrò per la prima volta il suo calvario culminato con l’ingresso in una setta satanica e la missione di uccidere Chiara Amirante, fondatrice di “Nuovi Orizzonti”. Quel libro fu un duro colpo nello stomaco per chi ebbe modo di leggerlo prima che venisse ritirato dal commercio.

Oggi, a distanza di più di dieci anni da quella pubblicazione, Mariangela Calcagno si sente rinata e può liberamente raccontare la sua esperienza: lo fa con un nuovo libro in cui – esclusi i dettagli più scabrosi della sua esperienza nella setta – narra il suo cammino di rinascita e il suo lungo percorso vocazionale (Mariangela Calcagno, Sono rinata. Testimonianza di salvezza, Shalom). Oggi è una donna libera e può gridare sui tetti la sua gratitudine a Dio, alla Vergine Maria, a Chiara Amirante e a diverse donne che la Provvidenza ha messo sulla sua accidentata strada per aiutarla a ritrovare il sentiero smarrito. La svolta arrivò il giorno dell’incontro con Chiara a Roma: quel giorno, il 6 gennaio del 1997, segnò per Angela (suo nome all’anagrafe) la fine di un incubo e l’inizio di una nuova vita.

Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: