Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Archivio per il tag “elezioni”

Può dirsi cristiano chi vota PD? Il mondo che vogliamo e quello che vogliono i democratici

Qualche giorno fa, dialogando con Giuseppe Scicchitano, giovane militante della Lega, cercavamo di sfatare il falso mito che identifica la Lega col fascismo. Una fake news – come si direbbe oggi – diffusa unanimemente attraverso libri, giornali, TV e social network da chi tiene in mano le redini culturali del nostro paese e si ritiene insignito di una superiorità morale che gli concede l’onore dell’infallibilità. Ma pur sempre una grottesca fake-news Eppure, paradossalmente, sembra che la frase «Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità» sia attribuita proprio ad un generale tedesco delle SS.

Nel mio precedente post, Un’intervista immaginaria a un vescovo italiano (con risposte vere!), ho analizzato – con dolore e disappunto – la posizione politica della Chiesa tramite una miscellanea di dichiarazioni provenienti da autorevoli vescovi, prelati, professori di teologia, riviste cattoliche, comunità di Sant’Egidio… redatte sotto forma di intervista a un misterioso vescovo; una sorta di “Vescovo Unico” che rappresenterebbe il pensiero della Chiesa italiana nei confronti dell’attuale Ministro dell’Interno Matteo Salvini e del suo partito. Mai, a vent’anni dal mio primo voto, avevo visto una Chiesa così determinata, decisa e – direi – agguerrita contro un partito o un politico, con picchi di livore e di accuse che hanno portato non solo ad affermare che “Salvini non può dirsi cristiano”, ma addirittura a “scomunicare” (fortunatamente solo a parole) tutti coloro che decidessero di votare per lui e per il suo partito.

Continua a leggere…
Annunci

Tony Iwobi senatore: con Salvini, per la prima volta un nero in Parlamento.

Per la prima volta nella sua storia l’Italia avrà in Parlamento un senatore di colore: si chiama Tony Iwobi originario della nigeria e residente a Spirano (Bergamo) che da venticinque anni milita nella Lega al fianco di Matteo Salvini. Così condivide la sua gioia sui social network il neo-senatore che si definisce «leghista per convinzione».

«Amici, è con grande emozione che vi comunico che sono stato eletto Senatore della Repubblica! Dopo oltre 25 anni di battaglie nella grande famiglia della Lega, sta per iniziare un’altra grande avventura! I miei ringraziamenti vanno a Matteo Salvini, un grande leader che ha portato la Lega a diventare la prima forza di centrodestra del Paese!»

Continua a leggere…

Intervista a Federico Iadicicco: «Le ragioni della vita e del bene comune contro il nichilismo e la cultura della morte»

Lei è piemontese, lui è romano. Lei ha alle spalle decenni di battaglie radicali, lui è un padre di famiglia 40enne cattolico con una storia di militanza prima in Azione Giovani, poi in Alleanza Nazionale e oggi in Fratelli d’Italia. Lei è un volto conosciuto, sostenuta dai poteri forti, lui conta sul sostegno del popolo del suo territorio. Entrambi sono candidati al Senato nel Collegio uninominale Roma 1, lei nel centrosinistra e lui nel centrodestra. Emma Bonino e Federico Iadicicco sono l’espressione di due mondi agli antipodi che ingaggeranno una accesa disputa elettorale domenica prossima, 4 marzo. In Terris ha intervistato Iadicicco per parlare di politiche pro-vita e pro-famiglia, di immigrazione, di impegno per il bene sociale. Continua a leggere…

Nove domande ai leader politici: risponde solo Federico Iadicicco

Questa mattina ho trovato sulla posta “indesiderata” una mail di “Campagna SOS RAGAZZI” firmata dal suo direttore Federico Catani. In vista delle elezioni del 4 marzo, l’associazione ha lanciato una petizione (firmata da 3.126 persone) diretta ai leader delle principali forze politiche chiedendogli di rispondere a 9 domande puntuali.

L’oggetto della mail mi ha subito incuriosito («Ecco come hanno risposto i politici»), per questo ho aperto il messaggio senza indugiare per scoprire quali fossero le domande ma – sopratutto – le risposte date dagli aspiranti Premier. Continua a leggere…

La sinistra di Dio. Da Riccardi qualche “dritta” per un voto ai democratici

Domenica 4 febbraio è apparsa sul Corriere della Sera una bella intervista ad Andrea Riccardi fondatore della Comunità di Sant’Egidio che in questi giorni festeggia i cinquant’anni di fondazione. Riccardi parla della sua infanzia e delle origini della Comunità sorta nel post-concilio, durante i turbolenti anni della “grande contestazione” per dedicarsi ai poveri e ai processi di pace. Una bella intervista ma viziata perché non priva di indicazioni di voto in vista del prossimo 4 marzo.

A due settimane di distanza dalle elezioni politiche che vedranno gli italiani presentarsi alle urne, le parole di Riccardi – ministro durante il governo Monti che non ha mai nascosto le sue simpatie per la sinistra – ha il sapore di una “mappa” per orientare i cattolici a scegliere la coalizione più adatta per guidare l’Italia nei prossimi anni: quella di sinistra. Non dimentichiamo che il “padre spirituale” della comunità è don Vincenzo (il “prete basettone” dell’intervista), meglio conosciuto come mons. Paglia, amico e sostenitore di Matteo Renzi a cui augurava di “tenere duro” complimentandosi per il suo lavoro proprio mentre il premier accelerava per legiferare sui “matrimoni gay”. Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: