Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Archivio per il tag “Chiesa”

100 anni di Karol Wojtyla: il programma di Tv2000 e Rai

In occasione dei cento anni dalla nascita di san Giovanni Paolo II, il canale televisivo TV2000 proporrà uno speciale in due serate che credo valga la pena seguire. Di seguito il ricco calendario degli eventi previsti pubblicato sul sito tv2000.it:

In occasione dei cento anni dalla nascita di Karol Wojtyla Tv2000 (canale 28 dt, 157 Sky e 18 tvsat) e InBlu Radio dedicano, domenica 17 e lunedì 18 maggio, una programmazione speciale con una serata evento, la messa di Papa Francesco dall’altare sulla tomba di Giovanni Paolo II, film e documentario.

Continua a leggere…

Con la fede digitalizzata ciò che è in gioco è la visione stessa della Chiesa e dell’uomo.

Minacciati nella carne dal coronavirus, come San Tommaso sentiamo il bisogno di toccare con mano la carne di Cristo Risorto. A causa della pandemia vediamo spostarsi pericolosamente il peso della realtà sulla dimensione spirituale a discapito di quella materiale e corporea. È urgente che la Chiesa rioccupi il suo luogo e ripopoli gli spazi abbandonati. Da tempo una Chiesa in ritirata dalla scena pubblica ha smesso di occupare spazi e ora col Corona virus, lo stop alle Messe e la digitalizzazione della realtà sacramentale corre il serio pericolo di schiacciarsi su una vaga forma di spiritualità che facilmente può tramutarsi in mera virtualità.

Ricevo questo articolo da un amico, giovane professore di religione che ha studiato teologia nella facoltà spagnola di San Damaso (Madrid).  Una interessante riflessione sui tempi che stiamo vivendo e sui rischi di una Chiesa in ritirata, chiusa in una spiritualità fatta di sacramentalità digitalizzata e comunità in streaming…

Continua a leggere…

Oh-là-là, le péché! Il peccato alla prova dell’Impero del Bene

Ho deciso di rilanciare un articolo che ho scritto nel 2013. Una sorta pudore intellettuale (o forse semplice imbarazzo) mi spinge a non pubblicare (e a leggere con fatica) miei testi vecchi di qualche anno. Se lo faccio è per due motivi: il primo perché ho il sospetto di averlo dimenticato tra le “bozze” e di non averlo mai pubblicato (la mia ignoranza in materia di WordPress non mi ha permesso di risolvere l’enigma, a prima vista semplicissimo). Secondo motivo per cui ho deciso di riproporlo: nonostante siano passati ben sette anni da quando ho scritto questo testo mi sembra attualissimo. Dal ’13 al ’20, è forse cambiato qualcosa in materia?

Continua a leggere…

L’innocenza di padre Molina. Il Vaticano lo condanna per abusi, ma dopo tre anni emerge la verità: solo calunnie!

Ieri su La Nuova Bussola Quotidiana veniva pubblicato un mio articolo sul caso di don José Antonio Molina, sacerdote diocesano missionario della diocesi di San Salvador. Ripropongo su questo mio blog, l’articolo integrale con un commento personale.

Il primo novembre del 2016, il sacerdote salvadoregno José Antonio Molina fu convocato all’arcivescovato di San Salvador per rendere nota la decisione di papa Francesco di sospensione ad divinis per reato di pedofilia. Assieme a lui, altri due sacerdoti diocesani furono condannati dal Vaticano e ridotti allo stato laicale (provvedimento che comporta la perdita definitiva di tutte le prerogative dello stato sacerdotale). Ma, a distanza di tre anni, anni di sofferenze, di umiliazione e di dolore per il giovane sacerdote e per la sua famiglia, la verità è venuta finalmente a galla. Un tribunale civile ha decretato l’innocenza di padre Antonio Molina grazie alla confessione dell’accusatore che ha ammesso di aver infangato l’onore del sacerdote: «erano solo calunnie». Un caso che ha del paradossale se si pensa che si tratta di un sacerdote condannato dalla stessa Chiesa ma dichiarato innocente dallo Stato [Del caso si sono interessati ampiamente i media locali, segnaliamo in modo particolare la dettagliata inchiesta dell’inserto “Septimo Sentido” del giornale locale “La prensa grafica”].

Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: