Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Il Papa in Cile, i frutti del secolarismo spinto e la profezia di Benedetto XVI

Aleteia – Secondo quanto riportato dal quotidiano cileno La Tercera, i vaticanisti che abitualmente accompagnano Papa Francesco nei suoi viaggi sono rimasti “sorpresi” per la fredda accoglienza riservata al Pontefice dalla popolazione cilena durante il suo 22° Viaggio Apostolico (15-18 gennaio 2018).

Nessuna folla oceanica per il Santo Padre

Secondo LaTercera (uno dei quotidiani più diffusi in Cile, di stampo nettamente conservatore) il mancato entusiasmo verso il papa in Cile è stato palese negli incontri pubblici dove l’affluenza si è rivelata nettamente inferiore alle aspettative degli organizzatori.

La spianata di Maquehue (Temuco) dove papa Francesco ha celebrato la seconda messa del suo viaggio in Cile, era attrezzata per ospitare circa 400mila persone. Alla fine, secondo i dati che il comitato organizzatore ha ricevuto dalla polizia, i partecipanti sono stati circa la metà.

Continua a leggere…

Annunci

Vaticano premia l’abortista (ma non l’aborto). Non era una fake news: la conferma della Santa Sede

E’ tutto vero. Dopo alcuni giorni di imbarazzante silenzio, la Sala Stampa Vaticana ha confermato la notizia che negli ultimi giorni ha creato scandalo nel mondo cattolico.

La notizia, lanciata inizialmente dall’associazione americana Lepanto Institute, ha fatto velocemente il giro del mondo provocando non poco smarrimento tra i fedeli. Si tratta del conferimento della medaglia San Gregorio Magno a Lilianne Ploumen, ex ministro del commercio estero e dello sviluppo dei Paesi Bassi, assieme al titolo onorifico di Comandante nell’Ordine Equestre Pontificio di San Gregorio Magno. A conferma della notizia, la stessa signora Ploumen mostrava con orgoglio l’onorificenza ricevuta “da Papa Francesco” in un video diffuso un’emittente olandese. Continua a leggere…

Madrid: Drag Queen sul carro dei Re Magi. Così la Cabalgata diventa un gay pride

Il sindaco Carmena (sinistra radicale) mette le Drag Queen sul carro dei Re Magi durante la tradizionale Cabalgata: “Siamo tutte Regine”! Così la sinistra spagnola strumentalizza il Natale per sostenere l’agenda LGBT.

La “Cabalgata” de Reyes: l’evento del Natale spagnolo

In Spagna durante le feste di Natale el día de Reyes è uno dei momenti più attesi da bambini e adulti. È il giorno dell’Epifania, che significa manifestazione di Gesù al mondo. In questa data la Chiesa ricorda l’arrivo dei Magi d’Oriente che, secondo la testimonianza dei Vangeli (Mt 2, 1-12), raggiungono la grotta di Betlemme guidati da una stella. Secondo la tradizione questi tre misteriosi personaggi tornano ogni anno la notte tra il cinque e il sei gennaio per portare doni ai bambini di tutto il mondo. Quella dei Re Magi è un’antica tradizione diventata in Spagna un patrimonio culturale. I Magi superano largamente in popolarità Babbo Natale; la nostra “Befana” è sconosciuta: i veri protagonisti del Natale sono loro. Continua a leggere…

Sette passi per vivere la festa dei Re Magi (per i bambini)

La festa dei Re Magi (Reyes Magos) è uno dei momenti più attesi dai bambini in Spagna durante le feste di Natale. E’ un evento che segna, di generazione in generazione, i più piccolini che attendono con ansia ed emozione il passaggio dei Magi d’Oriente nelle loro case, sperando che esaudiscano alcuni dei desideri espressi tramite la lettera consegnata ai paggi o direttamente al loro re preferito nei giorni che precedono l’Epifania. Continua a leggere…

Arrivano i Re Magi! La tradizione più bella del Natale spagnolo

Quella dei Re Magi è la tradizione spagnola più amata dai bambini durante il Natale. Si festeggia ogni anno il 6 gennaio, giorno dell’Epifania, data conosciuta come el Día de Reyes (“Il giorno dei re”).

 

La tradizione più amata dai bambini durante il Natale in Spagna è quella dei Re Magi. Babbo Natale è famoso perché consegna i regali, ma i veri protagonisti in Spagna sono proprio los Reyes. Sono coloro che hanno seguito una stella per incontrare il Re dei Re (il bambino Gesù) e offrirgli tre doni: oro, incenso e mirra al bambino appena nato in Betlemme. Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: