Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Archivio per la categoria “Uncategorized”

Benedetto XVI: l’idea di una “nuova chiesa” viene dal demonio. Comunità catecumenali per vivere la fede

L’intervento di Benedetto XVI riguardo alla piaga degli abusi sessuali nella Chiesa (testo integrale in italiano sul Corriere della Sera) ha fatto in poche ore il giro del mondo creando reazioni opposte tra chi applaude l’acuta analisi teologica e storica del papa Emerito e chi critica l’opportunità che Benedetto XVI continui a esprimere le proprie idee preferendo un emerito silenzioso e recluso, dedito alla preghiera (meglio se silenziosa). Eppure Benedetto XVI afferma chiaramente di aver voluto dare un contributo al “Summit sugli abusi sessuali” convocato da papa Francesco in Vaticano dopo aver concordato la pubblicazione col Pontefice regnante e col suo Segretario di Stato.

Continua a leggere…
Annunci

Carlo Acutis, il ragazzo citato da Papa Francesco come esempio per i giovani #ChristusVivit

Sembra proprio che un filo rosso leghi le ultime due Esortazioni Apostoliche di papa Francesco: «Gaudete et Exultate» (2018) e «Christus Vivit», dedicata ai giovani, firmata a Loreto il 25 marzo e resa pubblica in 2 aprile di quest’anno. E’ il tema della santità alla quale tutti i cristiani sono chiamati e a cui ognuno di noi deve tendere nel proprio cammino di fede; un cammino alla sequela di Gesù Cristo che inizia col Battesimo e che cresce all’interno della comunità ecclesiale col sostegno dell’ascolto della Parola di Dio e della celebrazione dei Sacramenti.

Continua a leggere…

Card. Sarah: restate fedeli alla madre che Gesù ci ha donato, la Chiesa

«Sono lieto di annunciare la pubblicazione in Francia – il prossimo 20 marzo – del mio nuovo libro scritto con Nicolas Diat». Con questo breve messaggio il cardinale guineano Robert Sarah, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, ha annunciato l’imminente pubblicazione del suo terzo libro. Il libro è ora disponibile in lingua francese mentre si attendono le traduzioni nelle diverse lingue.

Il libro “più importante”

Dopo il successo mondiale di “Dio o niente” (libro autobiografico pubblicato nel 2015 con più di 400mila copie vendute) e “La forza del silenzio” (2016) tradotti in 14 lingue e divenuti presto dei best-seller in diversi Paesi del mondo, ecco un nuovo volume intitolato: Le soir approche et déjà le jour baisse (“La sera si avvicina e il giorno sta già calando“). Il titolo del libro riprende le parole che i discepoli di Emmaus rivolgono a Gesù risorto nel racconto dell’apparizione narrato dall’evangelista Luca: “Resta con noi perché si fa sera e il giorno già volge al declino” (Lc 24,29).

Continua a leggere…

Cena di Natale senza cellulari! Lo spot dell’IKEA che sta commuovendo la Spagna

Sareste capace di spegnere il cellulare durante le feste per viverlo in maniera più intensa assieme ai vostri cari e, magari, approfittare per conoscerli meglio? Questa è la sfida lanciata da IKEA in Spagna attraverso uno spot che sta commuovendo la penisola e sul quale vale la pena di riflettere un attimo. Si tratta di uno filmato di tre minuti che mette in scena un concorso a squadre: cinque famiglie prendono posto ognuna di loro ad un tavolo elegantemente bandito a festa per la cena di Natale. Le regole del gioco sono semplici – spiega la voce fuori campo del presentatore – «Se dai la risposta giusta, prosegui la cena, se sbagli, ti alzi da tavola e vai via».

E così vengono poste ad ogni famiglia delle domande di vario genere. Le prime domande riguardano il mondo dei social network Twitter e Instagram e i più giovani di ogni squadra rispondono correttamente tra gli applausi tesi dei famigliari. Dopo qualche domanda di gossip (anche qui la risposta è corretta), il presentatore sorprende tutti iniziando a porre delle domande più personali che riguardano la storia, i gusti e i sogni dei commensali. È in questo momento che cala il gelo sulla competizione: tutti si fanno trovare impreparati su domande apparentemente banali come «dove si sono conosciuti i tuoi genitori», «che lavoro fa, esattamente, tuo padre», «quale evento ha segnato la vita della nonna», «qual è il film preferito di tuo figlio» o «quale sogno rimane da realizzare a tua moglie»… Ad uno ad uno i concorrenti – fino a quel momento vincenti – iniziano a venire eliminati. Uno dopo l’altro abbandonano la cena di Natale lasciando a tavola pochi anziani, i nonni che conservano la memoria storica della famiglia. Alla fine l’imbarazzo e la vergogna lasciano spazio al dispiacere per l’ammessa incapacità di non conoscere affatto i compagni di una vita. Lo spot ha un lieto fine e un messaggio importante: il finale prevede un ritorno a tavola di tutti i componenti, ormai liberi dalle regole del gioco e consapevoli dell’importanza di relazionarsi faccia a faccia coi propri cari. Tutti i cellulari vengono buttati in una scatola per godersi la vera cena di Natale.

Continua a leggere…

Persecuzione globale! Nel 2018, cristiani sotto la morsa di Islam e comunismo.

Altro che “ritorno al Medioevo” e alla “caccia alle streghe”. A leggere i dati pubblicati dalla fondazione di diritto Pontificio “Aiuto alla Chiesa che soffre” (ACS) per l’anno 2018 (Rapporto sulla libertà di religione 2018) sembra che il mondo sia piombato in un epoca oscura dominata da una genìa di barbari senz’anima, e dunque senza scrupoli, assetati di sangue, incapaci di attuare un livello minimo di umana convivenza.

Secondo questo dettagliato rapporto annuale (c’è una scheda di più pagine per ogni paese), giunto alla sua quattordicesima edizione, nel 2018 un cristiano su sette vive in terre di persecuzione. «In sintesi – afferma ACS – il 61% della popolazione mondiale vive in Paesi in cui non vi è rispetto per la libertà religiosa; nel 9% delle nazioni del mondo vi è discriminazione; e nell’11% degli Stati vi è persecuzione». Rispetto ai precedenti rapporti, la situazione è decisamente peggiorata. Sono oltre 300 milioni i fedeli cristiani che subiscono persecuzioni o discriminazioni. 

Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: