Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Archivio per il giorno “dicembre 6, 2019”

Ritorno al Paradiso perduto: l’immacolata Concezione e le nostre vite.

Diego Velazquez, Inmaculada Concepción

La fede della Chiesa e i dogmi mariani.

Fin dai primi secoli i cristiani hanno considerato la Vergine Maria come una donna privilegiata, dotata di caratteristiche speciali, prescelta da Dio e dunque destinataria di grazie particolari in vista della sua specialissima missione: quella di diventare la madre di Nostro Signore Gesù Cristo. Per questo, con uno speciale dono profetico, i primi cristiani consideravano Maria “immacolata”, ossia non ferita dall’esperienza del peccato originale, in virtù della sua chiamata a diventare la “Madre di Dio”. Questo quando ancora non esistevano definizioni dottrinali che definissero in maniera ufficiale i dogmi e delimitassero i confini dell’ortodossia.

Continua a leggere…

Sessanta anni fa l’apparizione della Vergine Maria a Kiko Argüello ispirò la nascita del Cammino Neocatecumenale

di: Javier Lozano – 5 de diciembre 2019
fonte: Fundación Cari Filii

Nel giorno dell’Immacolata di sessanta anni fa, a Madrid in via Blasco de Garay, la Vergine appariva a un ragazzo di vent’anni chiamato Francisco Argüello per ispirare la nascita del Cammino Neocatecumenale.

L’Immacolata Concezione ha una profonda relazione con la Spagna, al punto che è patrona del paese iberico. Furono infatti i cattolici spagnoli, che da secoli celebrano questa festa, ad avere un ruolo fondamentale nel processo che portò la Chiesa al riconoscimento e alla definizione ufficiale del dogma avvenuta nel 1854.

Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: