Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Può dirsi cristiano chi vota PD? Il mondo che vogliamo e quello che vogliono i democratici


Qualche giorno fa, dialogando con Giuseppe Scicchitano, giovane militante della Lega, cercavamo di sfatare il falso mito che identifica la Lega col fascismo. Una fake news – come si direbbe oggi – diffusa unanimemente attraverso libri, giornali, TV e social network da chi tiene in mano le redini culturali del nostro paese e si ritiene insignito di una superiorità morale che gli concede l’onore dell’infallibilità. Ma pur sempre una grottesca fake-news Eppure, paradossalmente, sembra che la frase «Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità» sia attribuita proprio ad un generale tedesco delle SS.

Nel mio precedente post, Un’intervista immaginaria a un vescovo italiano (con risposte vere!), ho analizzato – con dolore e disappunto – la posizione politica della Chiesa tramite una miscellanea di dichiarazioni provenienti da autorevoli vescovi, prelati, professori di teologia, riviste cattoliche, comunità di Sant’Egidio… redatte sotto forma di intervista a un misterioso vescovo; una sorta di “Vescovo Unico” che rappresenterebbe il pensiero della Chiesa italiana nei confronti dell’attuale Ministro dell’Interno Matteo Salvini e del suo partito. Mai, a vent’anni dal mio primo voto, avevo visto una Chiesa così determinata, decisa e – direi – agguerrita contro un partito o un politico, con picchi di livore e di accuse che hanno portato non solo ad affermare che “Salvini non può dirsi cristiano”, ma addirittura a “scomunicare” (fortunatamente solo a parole) tutti coloro che decidessero di votare per lui e per il suo partito.

Mi domando dunque: se è vero che Salvini (come dice il “Vescovo Unico”) è anticristiano, antimariano, maledetto, feticista, disumano, ipocrita, razzista, fascista, etnicista, arrogante, traditore, miope, fanatico, anticristiano e antimariano e se è vero (come asserisce il vescovo) che “Chi vota Salvini non può dirsi cristiano“, mi domando per chi dovrebbe votare un cristiano. Sarebbe bello – come sogna l’amico Giovanni, giornalista-teologo e militante del PdF – che all’unisono tutti questi vescovi, questi giornalisti e professori cattolici (loro sì, veri cristiani) e tutti gli amici di sant’Egidio diano il loro voto, unanimi, a Mario Adinolfi e al suo “Popolo della Famiglia” (radici cristiane, sostegno alla famiglia e alla maternità e leggi per la vita contro la deriva morale generalizzata).

Ma ho la netta sensazione che questi veri cristiani andranno ad alimentare col loro voto le casse del Partito Democratico di Nicola Zingaretti, un partito in netta antitesi col magistero della Chiesa Cattolica. Infatti, pur essendo “in linea” coi vertici della Chiesa riguardo all’immigrazione e alla tutela dell’ambiente (rileggere l’intervista immaginaria) il Partito Democratico ha in programma una serie di proposte che un cristiano, in coscienza, non può accettare. Il PD, per sua ragion d’essere e su molti argomenti particolari, ha posizioni antitetiche rispetto al Magistero della Chiesa, come ad esempio sulle unioni civili, matrimoni omosessuali, adozioni a coppie gay, utero in affitto, educazione sessuale nelle scuole, femminismo, percorsi di “riassegnazione” del sesso anche in età preadolescenziale, concezione della sessualità e molteplicità di generi (teoria gender), contraccezione, aborto, eutanasia, liberalizzazione delle droghe, obiezione di coscienza… il tutto sostenuto, alimentato e giustificato da una ideologia progressista, figlia dell’illuminismo rivoluzionario e del mai rigettato comunismo, che nega per principio ogni trascendenza, delegittima ogni principio di autorità, nega l’esistenza di valori inviolabili (non-negoziabili) o verità assolute, che ridicolizza valori come Dio, la patria e la famiglia e che brandisce come vessilli (e spesso come armi) i diritti individuali come incarnazione e concretizzazione dell’unico principio a cui si piega acriticamente, quello dell’autodeterminazione dell’individuo.

Come può tale forma di pensiero secolare, estremamente aggressivo nel modo in cui si impone sempre più arrogantemente e ferocemente nella società avere qualcosa a che spartire col cristianesimo, col Vangelo e con la dottrina della Chiesa Cattolica, col progetto di Dio sulla vita degli uomini e delle donne nella società odierna?

Basterebbe il suo totale fallimento politico per orientare il voto altrove (Quanti sono gli italiani che vorrebbero ritornare a Letta-Renzi-Gentiloni?). Ma parlando di Chiesa, di cristiani e di cristianesimo mi domando come è possibile che dei cristiani militino nel Partito Democratico e come è mai possibile che i nostri Pastori orientino il voto in maniera così esplicita verso un partito che dal punto di vista ideologico non si incontra se non su punti ininfluenti col cristianesimo.

Non voglio dire che altri progetti politici rappresentino in toto le istanze e le aspettative cristiane. Ma la domanda che mi pongo è la seguente: sono sufficienti la difesa della natura e l’accoglienza ai migranti (per altro sostenuta per altri motivi ed interessi, non certo per motivi evangelici) per determinare la bontà di un progetto culturale e politico?

Semplice miopia politica da parte dei Pastori italiani? Eppure qualcuno ha osato dichiarazioni fuori dal coro (QUI). Un vescovo italiano che ho avuto modo di incontrare personalmente qualche giorno fa, mi ha confessato con amarezza che i suoi confratelli «Parlano di tutto fuorché di Gesù Cristo mentre non si accorgono che qui nessuno crede più a nulla… Vogliono fare la carità ma non siamo competitivi col mondo, la Sea Wach lo fa meglio di noi…». Parole dure (come duro è stato il suo intervento durante la plenaria CEI) che ci dicono che forse non siamo del tutto fuori pista. I nostri vescovi chiedono – senza dissimularlo troppo – il voto per il PD. Personalmente posso affermare che il mondo che sogno per i miei figli non è il mondo che il Partito Democratico vuole costruire.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: