Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Avvenire sceglie Barabba. Addio forzato al “Jesus” di Staino: un Gesù umanitario, politico, giustiziere e antifascista. Tarquinio piange l’artista: “portavi la luce”


Finisce dopo un anno di collaborazione il rapporto tra l'artista ateo e anticlericale Staino e il giornale dei Vescovi Avvenire di Marco Tarquinio.

È con grande soddisfazione che accogliamo la notizia della fine del rapporto tra il vignettista Staino e il giornale Avvenire. L’annuncio viene dato dallo stesso artista in una lettera al direttore pubblicata su Avvenire intitolata «JESUS non merita il microscopio». Dice Staino che a causa delle molte polemiche (chiamarlo scandalo?) è costretto a rinunciare perché «In questa situazione è ben difficile lavorare. Prendere la matita in mano sapendo bene che qualunque cosa io disegni verrà passata sotto microscopio alla ricerca di punti o sfumature che possano esser letti come offensivi o blasfemi, fa sì che venga a mancare quella serenità di fondo che permette di far incontrare il sorriso fraterno laico con un sorriso fraterno cattolico».

Il direttore Marco Tarquinio si dice estremamente dispiaciuto («Ognuno porta la luce che ha, e accende quella che trova o che gli viene donata lungo il cammino. Tu sei così»). In fondo ci credeva veramente che con la sua omelia domenicale e con la sua esegesi, il bravo Staino avrebbe fatto un gran bene alla comunità di cattolici italiani ancora da rieducare sui valori  umanitari (affatto spirituali) incarnati dal buon Jesus Christ.

In fondo ci credeva veramente che con la sua omelia domenicale e con la sua esegesi, il bravo Staino avrebbe fatto un gran bene alla comunità di cattolici italiani ancora da rieducare sui valori incarnati dal buon Jesus Christ.

Noi non siamo dispiaciuti, tutt’altro! Non che in tempi di crisi e precarietà economica ci si possa rallegrare che un artista perda un lavoro, sappiamo che gli artisti se la passano male e che di arte figurativa non si campa. Ma figuriamoci se il pluridecorato disegnatore, ex direttore de L’Unità e militante nell’estrema sinistra (candidato con LEU) abbia bisogno della collaborazione settimanale con Avvenire per sopravvivere. Ciò che ci soddisfa è constatare che il progetto del direttore Marco Tarquinio si sia rivelato del tutto fallimentare. L’idea, cioè, di offrire un palco particolarmente favorevole (quello di uno spazio sull’edizione domenicale del giornale, quella distribuita in molte parrocchie del paese) a un vignettista ateo incaricato di offrire ai lettori una nuova immagine di Gesù in modo da sensibilizzare il pubblico domenica dopo domenica. La striscia domenicale di Sergio Staino si intitola (o meglio, si intitolava) “Jesus”, in inglese perché fa più trendy, più cool e più pop (è forse così che pensavano di attirare i giovani dal giornalaio a comprare Avvenire?).

A nostro avviso (ma da quanto leggiamo è opinione condivisa) sono due gli elementi problematici. Il primo riguarda la scelta di un vignettista ateo perché ateo. La scelta infatti sembra motivata dal fatto stesso che Staino sia non-credente e anticlericale. Una decisione dettata da quella apertura al mondo assunta negli ultimi anni quasi ad assioma fondamentale di fede da parte del direttore di Avvenire. Dall’idea di non disprezzare ciò che c’è fuori dalla Chiesa, perché c’è sempre del buono là fuori, si è passati senza soluzione di continuità ad affermare che i cristiani abbiano molto da imparare (e nulla da insegnare) dagli altri, in primo luogo dai migranti, dai musulmani e dagli atei. Il giornale dei vescovi più volte si è fatto portavoce di questa mutazione che ha portato il rapporto tra Chiesa e mondo dal confronto edificante alla sottomissione umiliante. Sembra che tutto ciò che sia fuori dal cerchio della cultura cattolica sia migliore e più attraente. Della seria: “È bello perché laico”. “Bellissimo perché ateo”. A tutto ciò si aggiunte la forte intesa sorta in questi anni tra la cultura di sinistra e il papa regnante, quel plauso corale che la “nuova Chiesa” di Francesco (così come la definiscono fuori ma anche dentro) ha trovato tra il pubblico laico affascinato dalla figura del pontefice argentino che chiede una Chiesa “povera per i poveri” e per gli immigrati.  

Il secondo problema è la figura di Gesù Cristo proposta in questi fumetti. Certo ci vuole coraggio (o mala, malissima, fede) per affidare l’esegesi della figura del Figlio di Dio, ogni domenica sul giornale dei Vescovi, a un maestro di satira ateo e anticlericale. Cosa volevate che venisse fuori? Il “Vangelo secondo Staino” presenta un Gesù umano, umanista e umanitario, una specie di ragazzotto assoldato da qualche ONG per salvare il mondo. Un Gesù che si occupa di migranti e di politica. Un “Cristo che s’immola” per i poveri poco meno di quanto non s’immolasse Robin Hood a Nottingham. Il Gesù antirazzista e anti-salvini (lo combatte come si combatte il Diavolo) di Staino incarna (è il caso di dirlo!) quel “restiamo umani” diventato slogan della sinistra politica e culturale e di una buona parte dei cattolici italiani (Vescovi e giornale dei Vescovi inclusi). Gesù resta umano e si dimentica di essere divino …un dettaglio. Non sapremo mai se il Vangelo secondo Staino finisce con la risurrezione o con la rivoluzione. Forse alla fine il suo Jesus avrebbe fatto piazza pulita della povertà, fatto cadere fulmini dal cielo sui ricchi, sui leghisti populisti e sui tradizionalisti; forse avrebbe risolto il problema del gioco d’azzardo, accelerato i processi di immigrazione e – finalmente – messo le basi per una società multietnica, multirazziale, multisessuale. Non ci è dato di sapere come sarebbe andata a finire col Jesus superstar di Staino&Tarquinio. 

Vale la pena pena ricordare che Staino fu una delle stelle della mostra “Sacrosante risate” una mostra dedicata esclusivamente alla satira religiosa organizzata da L’Uaar (Unione atei agnostici razionalisti). Ovviamente l’unica religione satirizzata fu quella cattolica per farsi beffe dei credenti e soprattutto delle gerarchie ecclesiastiche. La mostra girò gratuitamente per più di venti città italiane contanto venendo spesso inaugurata dallo stesso Staino. E’ forse come “premio” per questa sua militanza anticlericale che, nella sua grande misericordia, il direttore di Avvenire ha deciso di arruolarlo per spiegare (vedi un po’) Gesù ai cattolici che ancora non hanno capito cosa voleva quel super-uomo simpatico e generoso, dal cuore d’oro! Qualcuno su Twitter si è chiesto se un fumettista cattolico (come ce ne sono) verrebbe chiamato a lavorare al Manifesto o a L’Unità. Oggi come oggi sembra più probabile che un artista credente venga arruolato dai comunisti piuttosto che trovo lavoro in un giornale come Avvenire.

Resta un ultimo problema, non da poco conto. È possibile dirsi cattolici e allo stesso tempo strumentalizzare la fede ed in particolare la figura dello stesso Gesù Cristo per veicolare messaggi politici? Si, è possibile, e i signori di Avvenire – che pure rappresentano la voce dell’episcopato italiano – ce lo hanno dimostrato trasformando Gesù in un militante di estrema sinistra. Tutto è opinabile, tutto criticabile, ma utilizzare la propria posizione e lo stesso Cristo per veicolare un programma politico, oltre a non essere onesto puzza di peccato… In bocca a “Jesus” hanno messo parole contro il ministro Salvini, contro il ministro Di Maio, contro misure fiscali approvate dal governo come la flax tax e il Reddito di Cittadinanza, contro il ministro ungherese Orban, parole a sostegno del Sindaco di Riace, dell’immigrazione e della vaccinazione obbligatoria, ecc… Un bravo Barabba: ecco a cosa hanno ridotto Gesù i signori di Avvenire, il giornale dei Vescovi italiani.

Qualcuno se n’è finalmente accorto; c’è voluto un anno di Jesus, ma noi ringraziamo comunque, sperando che si accorgano che il vero problema non era la presenza di Staino ma chi l’ha chiamato e ora piange la sua dipartita…

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: