Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Vescovi del Panama scrivono a Francesco: «Contro di Lei uno spietato attacco»


I vescovi della Conferenza Episcopale Panamense, guidati dall’Arcivescovo della capitale mons. Domingo Ulloa Mendieta e dal card. Josè Luis Lacunza, hanno scritto una lettera aperta a Papa Francesco per assicurare la loro solidarietà dopo la pubblicazione delle “Memorie” di mons. Viganò che accusa il Pontefice di aver coperto e promosso il cardinale statunitense McCarrick accusato di abusi sessuali nei confronti di alcuni seminaristi.

Secondo i vescovi panamensi – alle prese con l’organizzazione della prossima e imminente Giornata Mondiale della Gioventù prevista per Gennaio del 2019 – è in atto un «astuto e spietato attacco» mosso da «meschini interessi» da parte di chi si oppone al nuovo corso di una «chiesa misericordiosa e povera» voluto dal pontefice argentino.

Già il 21 agosto con un comunicato ufficiale pubblicato sul sito della CEP, i vertici della Chiesa panamense hanno mostrato la loro pubblica adesione alla Lettera di Papa Francesco sugli abusi nella Chiesa Cattolica invitando «i vescovi, sacerdoti, religiose, religiosi e fedeli in generale a leggere questa lettera di Papa Francesco al fine di responsabilizzarsi sempre di più per applicare i meccanismi di prevenzione e di denuncia di questi atti che feriscono profondamente i nostri bambini».

Ecco la lettera dei vescovi del Panama tradotta dall’originale spagnolo:

Beatissimo Padre,

I vescovi del Panama, in nome di tutto il popolo cattolico panamense e di tutti i uomini e donne di buona volontà, vogliamo esprimerLe la nostra vicinanza e la nostra comunione in questi momenti in cui Lei è oggetto di un astuto e spietato attacco motivato da diversi e meschini interessi col pretesto di mostrare fedeltà alla Chiesa.

Si tratta semplicemente di resistenze verso il rinnovamento e il cambio di direzione da Lei promossi per restituire alla Chiesa Cattolica il vero volto di Gesù e il suo Vangelo affinché compia finalmente la missione che Lui le ha affidato.

Noi appoggiamo e ci identifichiamo con quella Chiesa misericordiosa, prossima, accogliente, servizievole, povera per i poveri, spoglia di poteri, onori e ostentazioni.

La promessa fatta da Gesù a Pietro nell’affidargli la missione di dirigere la Chiesa si attualizza nel suo successore«Io dico a te, tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa. E le porte degli inferi non prevarranno contro di essa» (Mt 16,18) è la migliore garanzia del fatto che quei tentativi di destabilizzare la Chiesa e la sua missione non trionferanno.

Santo Padre, continuiamo a pregare per Lei, affinché prosegua in questa missione che ha dovuto assumere in questo momento storico della Chiesa. Aspettiamo con ansia la sua visita alla nostra Chiesa e al nostro paese per rendere visibile e palpabile la nostra adesione fraterna e filiale.

Santa Maria La Antigua sia il suo modello e guida perché, con la forza dello Spirito Santo, ci conduca ad una Chiesa rinnovata e incarnata nei popoli che hanno sete di giustizia, di pace e di amore.

Supplichiamo umilmente che invochi su di noi la Sua benedizione apostolica.

Panama 31 agosto 2018

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: