Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Archivi per il mese di “aprile, 2018”

Il Diavolo contro il Papa: perché Satana combatte e odia i successori di Pietro

Secondo padre Amorth il diavolo vede nel Sommo Pontefice il suo nemico principale. «Satana attacca sopratutto il Papa. Il suo odio per il Successore di Pietro è feroce». Questa affermazione non è priva di fondamento biblico: si compiono, nei successori di Pietro, le parole che Gesù rivolse all’apostolo durante la sua Ultima Cena:

«Simone, Simone, ecco satana vi ha cercato per vagliarvi come il grano; ma io ho pregato per te, che non venga meno la tua fede; e tu, una volta ravveduto, conferma i tuoi fratelli» (Lc 22,31-32).

Continua a leggere…

Annunci

Benedetto XVI esorcista: la battaglia del papa emerito contro satana

Aleteia Più volte si è parlato dei combattimenti che papa Giovanni Paolo II dovette affrontare contro il demonio, ma è meno noto il fatto che anche il suo successore Benedetto XVI ebbe modo di scontrarsi e sconfiggere le forze del male durante il suo pontificato. Ne ha parlato padre Gabriele Amorth nel suo libro L’ultimo esorcista (2012) e ora un nuovo libro dell’esorcista Truqui (Professione esorcista, 2018) ci rivela un episodio inedito. Continua a leggere…

Un’errore in Gaudete et Exsultate e le copie ritirare: “Como Vicario suyo”

Lunedì 9 aprile la Libreria Editrice Vaticana ha pubblicato l’Esortazione apostolica di papa Francesco Gaudete et Exsultate. L’editore aveva previsto di lanciare in contemporanea l’atteso documento papale in quattro lingue: italiano, inglese, spagnolo e francese. Ma qualcosa è andato storto e la mattina di lunedì le librerie hanno ricevuto l’avviso che le edizioni in francese e in spagnolo che i corrieri avrebbero consegnato in mattinata sarebbero state immediatamente ritirate perché “guaste”. Continua a leggere…

Anthony Freeman: l’autopsia sul seminarista conferma la morte per cause naturali

“Una morte sospetta”, “avvolta nel mistero”: così i giornali (per lo meno quelli italiani, dove ho letto la notizia) hanno annunciato la morte del seminarista americano Anthony Freeman (29 anni) avvenuta a Roma la notte tra l’1 e il 2 aprile nel collegio dei Legionari di Cristo.

A me è sembrata invece una storia straordinaria, della quale valeva la pena di parlare. Mi è sembrata una di quelle storie in cui Dio decide di entrare di sorpresa per sconvolgere i piani umani, anche quelli buoni, per trarre dal bene… ancora più bene. Per questo ne ho parlato su questo blog (dove, per motivi di tempo, scrivo un decimo delle cose che vorrei scrivere, ma questa storia l’ho voluta raccontare anche a costo di dormire qualche ora di meno per una notte, e non sono tante in generale). Nel parlarne ho subito detto che «Dio lo ha chiamato a sé», sfidando in qualche modo le ipotesi e le illazioni lanciate dalla stampa laica. Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: