Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Archivi per il mese di “giugno, 2017”

Abbiamo taciuto abbastanza: tra poche ore Charlie Gard vedrà Dio

“Avete taciuto abbastanza. E’ ora di finirla di stare zitti!
Gridate con centomila lingue.
Io vedo che a forza di silenzio il mondo è marcito”.

(Sta. Caterina da Siena)

Qualche giorno fa, su questo blog, parlavo del silenzio assordante che avvolgeva il caso del piccolo Charlie Gard. I media del mainstream, il mondo dello spettacolo, il mondo della politica ma anche – e soprattutto – il Vaticano hanno scelto la via del silenzio, lasciando che la vicenda seguisse il suo corso.

Ancora non si era espressa la Corte Europea per i Diritti dell’Uomo alla quale si erano appellati in ultima istanza i genitori di Charlie, Chris e Connie. La sentenza di Strasburgo ha dato ragione ai medici inglesi che hanno deciso, contro la volontà dei genitori, di far morire Charlie staccando idratazione e respirazione. Continua a leggere…

Annunci

Se abre el proceso de beatificación de la joven romana Chiara Corbella

«Voy al Cielo para ocuparme de Maria y Davide, 
tú quédate aquí con papá. Yo desde allí rezaré por vosotros»

de la Carta de Chiara a su hijo Francesco

 

A los cinco años de su partida al cielo, la Iglesia abre el proceso de beatificación de Chiara Corbella Petrillo, la joven madre romana que murió a los 28 años de edad a causa de un tumor. Actualmente la Iglesia requiere que haya transcurrido un plazo de cinco años desde la muerte del fiel para dar inicio al proceso de beatificación

Para iniciar una causa es preciso que pasen al menos cinco años desde la muerte del candidato. Ello facilita mayor equilibro y objetividad en la valoración del caso, y permitir decantar las emociones del momento. Solo el Papa puede dispensar de este primer requisito, si se dan razones especiales (Congregación para las Causas de los Santos).

Continua a leggere…

Aperta la causa di beatificazione della serva di Dio Chiara Corbella Petrillo

InTerris – A cinque anni dalla sua nascita al cielo, avvenuta il 13 Giugno 2012, la Chiesa apre la causa di beatificazione di Chiara Corbella Petrillo. Secondo le procedure è necessario che debbano passare cinque anni dalla morte prima che si possa dare inizio all’iter di beatificazione:

Per iniziare una Causa occorre che passino almeno 5 anni dalla morte del candidato. Ciò per consentire maggior equilibrio ed obiettività nella valutazione del caso e per far decantare le emozioni del momento. Tra la gente deve essere chiara la convinzione circa la sua santità (fama sanctitas) e circa l’efficacia della sua intercessione presso il Signore (fama signorum)[1]. Continua a leggere…

Charlie Gard non esiste! Variazioni (a bocca aperta) su un silenzio omicida assordante

Charlie Gard non è un cane, non è un omosessuale, non è un immigrato. Non fa parte dunque di nessuna di queste categorie “protette”. Forse per questo il suo triste caso non commuove l’opinione dei media di stato, della classe politica e della Chiesa. Il silenzio delle istituzioni politiche e religiose è talmente assordante che verrebbe da pensare che, in realtà, Charlie Gard non esista.

UNA VICENDA INCREDIBILE

Sembra inverosimile la storia del piccolo Charlie, il bambino britannico affetto da una rarissima malattia che i medici e i giudici del regno vogliono morto contro la volontà dei genitori. Il papà e la mamma vorrebbero portare il figlio in Stati Uniti per tentare il tutto per tutto tramite una cura sperimentale. Niente da fare, la vita di Charlie non dipende dai suoi genitori ma da altre persone che, senza conoscerlo veramente, stanno decidendo per lui (e per i suoi) come, quando e dove dovrà morire in nome di non meglio specificati “principi etici”.

Sembra inverosimile anche perché in questi tempi di “post-verità” in cui siamo costantemente messi in guardia dal dilagare delle cosiddette fake news viene da pensare che sia tutta una grande messa in scena. Ma è proprio così? E’ vero che il piccolo Charlie verrà ucciso contro la sua volontà e contro la volontà dei suoi genitori? E’ veramente possibile che questo possa succedere in maniera così palese, sotto i riflettori dei media senza che nessuno possa salvare la sua vita? Continua a leggere…

Pubblicati i diari di Carmen Hernández co-iniziatrice del Cammino Neocatecumenale

Foto: bac-editorial.es

Pubblicato il primo dei diari della catechista spagnola co-iniziatrice del Cammino Neocatecumenale. Un testo che rivela i tratti mistici della sua unione con Gesù e la “notte oscura” attraversata dalla sua anima.

***

A un anno dalla sua morte, avvenuta il 19 luglio del 2016, viene pubblicato il primo volume dei diari di Carmen Hernandez, co-iniziatrice del Cammino Neocatecumenale assieme a Kiko Argüello. Il volume uscirà in Spagna il 19 giugno per i tipi della BAC (Biblioteca de Autores Cristianos), casa editrice della Conferenza Episcopale Spagnola col titolo: Diarios (1979 – 1981), e verrà presentato ufficialmente a Madrid il 30 giugno da Kiko Argüello assieme al cardinale Ricardo Blazquez (Presidente della Conferenza Episcopale Spagnola), dal prof. A. Barahona (Università Francisco de Vitoria) e dal direttore della BAC il prof. C. Granados.

Si tratta della trascrizione della prima delle numerose agende alle quali la catechista spagnola affidava ogni giorno le sue riflessioni, le sue gioie e i suoi dolori, spesso in forma di preghiera, in dialogo con lo stesso Gesù. E’ stato proprio Kiko Argüello a promuovere e a curare personalmente l’edizione di questo primo diario per il quale sono previste già numerose traduzioni in diverse lingue. Il libro esce con una breve presentazione di Kiko Argüello e la prefazione di mons. Ricardo Blazquez (testi originali disponibili online sul sito della Bac). Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: