Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Che sia per te Natale ogni giorno!


reyes-magos-giottoHo cercato delle parole per augurare un buon Natale in maniera diversa. Molte frasi composte in questi giorni (per lo più quelle scritte in cartoline, biglietti, messaggi e messaggini) rischiano di apparire vuote, degli scheletri da riempire di carne, costruzioni verbali eleganti ma sciatte se non accompagnate da un vero e sentito augurio di serenità e di pace.

Ho cercato parole nuove per esprimere un saluto diverso, …carnoso, ricco di polpa e carico di un significato immediato e diretto, non recondito, non sofisticato.

Ho trovato le parole per caso, proprio nella Vigilia di Natale, salutando quella donna povera che ogni giorno chiede un euro davanti al mio posto di lavoro. Molti dei poveri che incontriamo per strada, oltre alla casa, agli affetti e ai beni materiali, hanno perso anche quella struttura mentale che chiamiamo razionalità. Per questo ci appaiono sconnessi dalla realtà, lontani dal senso comune, incapaci di ragionare, un po folli o semplicemente pazzi.

Proprio per questo, queste persone sanno sorprenderci con schiettezza, immediatezza, lontani da ogni artificio e cervellotiche argomentazioni. Ho domandato a Maria (una donna polacca profondamente religiosa) dove avrebbe passato la notte di Natale. Aveva trovato una bella celebrazione? Forse in una chiesa della zona? oppure assieme ad alcune suore? Pensavo fosse una domanda intelligente, accorta, quantomeno generosa… Maria è scoppiata a ridere, togliendo alla mia domanda l’importanza che pensavo avesse. “Lascia perdere! Ma cosa dici? Io faccio Natale ogni giorno!“.

Ecco, ho trovato l’augurio che cercavo! E’ questo l’augurio che faccio in questo Natale. Anzitutto a me stesso ma anche a tutti coloro che oggi festeggiano il Natale del Signore, la sua nascita avvenuta a Betlemme circa 2010 anni fa in mezzo a dei poveri pastori abbastanza folli da muovere il gregge di notte per portarlo in una stalla dove è nato il figlio di Maria.

Se il Natale oggi significa stare assieme e volersi bene, radunarsi per mangiare cose buone, scambiarsi dei regali, amare, gioire, riconciliarsi, regalarci una tregua in mezzo alle guerre e alle discordie, smettere di avere paura e chinarsi per un attimo a guardare e ad adorare Colui che è venuto per salvarci, per morire per noi e darci una vita che non finisce… Se il Natale è tutto ciò… non c’è un augurio migliore di questo che io possa fare: possa essere per noi un Santo Natale non solo oggi, ma sempre, ogni giorno della nostra vita.

“Onorerò il Natale nel mio cuore
E cercherò di tenerlo con me tutto l’anno”

Charles Dickens.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: