Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Giubileo della Misericordia: Francesco riapre la Porta Santa


Papa_Francesco paramenti violaRomagiornale – “Ho deciso di indire un giubileo straordinario che abbia al suo centro la misericordia di Dio”, un cammino penitenziale per ricevere l’indulgenza e la misericordia di Dio, che avrà inizio l’8 dicembre del 2015, solennità dell’Immacolata Concezione, e si chiuderà il 20 novembre 2016  con la solennità di Cristo Re, “volto vivo della Misericordia del Padre”. Lo ha annunciato papa Francesco durante la celebrazione penitenziale nella Basilica di San Pietro nel terzo venerdì di Quaresima che da inizio all’iniziativa “24 ore per il Signore“. A due anni dalla sua elezione, e dopo tanti piccoli gesti che hanno contribuito a costruire l’immagine di un pontificato di rinnovamento e di riforma (l’ultima biografia del papa ha come titolo “The great reformer“, ossia, “il Grande riformatore”) ecco un gesto che passerà alla storia e segnerà una svolta nel cammino della Chiesa. Un gesto coraggioso, destinato a incidere profondamente nel cammino della Chiesa di Gesù Cristo, una comunità sempre in cammino verso il suo Creatore, chiamata a rimanere sempre in atteggiamento di conversione e di attesa.

Nelle ore che precedevano la celebrazione, in Vaticano, iniziava a girare la voce di un messaggio straordinario che il Santo Padre avrebbe pronunciato nel pomeriggio, ma sul contenuto del messaggio giravano solo ipotesi. Qualcuno pensava a un nuovo Concilio, altri ancora si lasciavano sfuggire la parola che fa paura e che due anni fa, sulle labbra di papa Benedetto, ha sconvolto milioni di fedeli: dimissioni.

Commentanto il brano del Vangelo di Luca in cui una donna “peccatrice” lava i piedi a Gesù, provocando lo scandalo dei farisei (Lc 7,36-50), papa Francesco ha sottolineato che “prima ancora dell’amore della peccatrice c’è l’amore di Gesù Cristo per lei”. In Gesù “c’è misericordia e non condanna”; è il “giudizio della Misericordia che va oltre la giustizia”.

La consuetudine nella Chiesa Cattolica è che i Giubilei si celebrino ogni 25 anni: l’ultimo Giubileo ordinario è stato il Grande Giubileo del 2000, celebrato da Giovanni Paolo II, il prossimo sarà nel 2025. Solo il Sommo Pontefice può indire dei Giubilei Straordinari dedicati a qualche ricorrenza importante o a qualche evento particolare che meriti l’attenzione e la preghiera di tutta la Chiesa. L’ultimo Giubileo Straordinario fu il “Giubileo della Redenzione” indetto dal papa San Giovanni Paolo II nel 1983.

Porta Santa della Basilica di San Pietro

Porta Santa della Basilica di San Pietro

Nel secondo aniversario della sua elezione al soglio pontificio, Papa Francesco apre nuovamente la Porta Santa mettendo le mani sul timone della barca della Chiesa per condurla con decisione e fermezza verso l’incontro con Dio, verso la conversione. In un momento storico delicato, in cui la barca di Pietro naviga in acque pericolose, in mezzo alla tempesta di un mondo che ha dimenticato e abbandonato Dio.

Un anno di grazia che porterà numerosi frutti spirituali, non solo ai fedeli della Chiesa Cattolica, ma a tutto il mondo, dove i cristiani sono chiamati ad essere testimonianza viva dell’Amore di Dio, sale e luce che danno sapore ed illuminano, annunciando Cristo Risorto dai morti, un evento che da senso alle nostre vite e alla storia degli uomini.

Già nell’Angelus del 11 gennaio di quest’anno, il papa aveva affermato: “C’è tanto bisogno oggi di misericordia ed è importante che i fedeli laici la vivano e la portino nei diversi ambienti sociali” e “Avanti! Noi stiamo vivendo il tempo della misericordia, questo è il tempo della misericordia!”.

 

Miguel Cuartero

 Articolo Originale

 

ANNI GIUBILARI NELLA STORIA

  • 1300: Bonifacio VIII
  • 1350: Clemente VI
  • 1390: indetto da Urbano VI, presieduto da Bonifacio IX
  • 1400: Bonifacio IX
  • 1423: Martino V
  • 1450: Niccolò V
  • 1475: indetto da Paolo II, presieduto da Sisto IV
  • 1500: Alessandro VI
  • 1525: Clemente VII
  • 1550: indetto da Paolo III, presieduto da Giulio III
  • 1575: Gregorio XIII
  • 1600: Clemente VIII
  • 1625: Urbano VIII
  • 1650: Innocenzo X
  • 1675: Clemente X
  • 1700: aperto da Innocenzo XII, concluso da Clemente XI
  • 1725: Benedetto XIII
  • 1750: Benedetto XIV
  • 1775: indetto da Clemente XIV, presieduto da Pio VI
  • 1825: Leone XII
  • 1875: Pio IX
  • 1900: Leone XIII
  • 1925: Pio XI
  • 1933: Pio XI
  • 1950: Pio XII
  • 1975: Paolo VI
  • 1983: Giovanni Paolo II
  • 2000: Giovanni Paolo II
  • 2015: Francesco

Negli anni 1800 e 1850 non ci fu il giubileo per le circostanze politiche del tempo.

 

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: