Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

¡Sin rey y sin copa!


meme20La Spagna di Del Bosque, campione del mondo in carica, è la prima squadra ad abbandonare il mondiale di Brasile 2014. Si tratta dell’ennesima grande sorpresa di un mondiale, che fino ad oggi, ci ha regalato risultati incredibili inaspettati come la vittoria dell’Italia sull’Inghilterra, la sorprendente vittoria della Costa Rica sull’Uruguay testa di serie o il pareggio dell’Iran con la Nigeria.

Ma la sconfitta della Spagna al primo turno è la notizia più sconvolgente: dopo aver vinto tutto negli ultimi anni (un Mondiale e due Campionati Europei), la squadra iberica, fino a una settimana fa candidata numero uno al titolo in Brasile, ha subito più gol in due partite (7) che nelle ultime tre competizioni internazionali messe insieme (6). Una Spagna che non perdeva due partite di seguito da ben 8 anni, dal 2006! Questa volta le furie rosse si sono presentate senza la Corona che in ogni partita ufficiale seguiva le gesta della squadra nella persona del re Juan Carlos o del figlio, il principe Felipe (ora rey Felipe VI).

Una pesadilla, un incubo, per fortuna finito presto per i campioni del meme28mondo che si sono presentati in campo in condizioni fisiche e psicologiche pessime. Casillas, Piqué, Xabi Hernandez, Xabi Alonso, Silva, Torres, Sergio Ramos, ma anche Del Bosque… fino a ieri eroi nazionali, sono stati protagonisti negativi e responsabili della disastrosa avventura brasiliana. A nulla è servito l’inserimento del brasiliano Diego Costa nel gruppo: un flop che ha fatto rimpiangere i migliori Villa e Llorente.

I giocatori, in primis capitan Casillas (reduce da una stagione disgraziata con Ancellotti che lo ha relegato in panchina), chiedono scusa a tutto il paese, ma la Spagna è fuori e il mondiale brasiliano è ormai storia. Manca l’ultima partita con l’Australia per salvare la faccia e cercare di fare qualche punto in onore alla bandiera (che ironia della sorte, forse la Spagna giocherà con la maglia nera). Ci penseranno le seconde linee che metteranno a sedere in panchina i titolari, da Casillas a Costa.

meme9Gli spagnoli, si sa, non sono certo un popolo che si butta giù di morale facilmente ecco quindi apparire sui social networks una marea di vignette all’insegna dell’autoironia. Facile l’accostamento col re Juan Carlos che, dopo 39 anni., ha abdicato a favore del figlio Felipe: abdica il re, abdicano anche i giocatori! Si dice poi che abbiano perso per poter partecipare alla cerimonia di incoronazione di Felipe VI. Si passa poi al “¿Porqué no te callas?” che il re Juan Carlos urlò a Chavez, questa volta rivolto a Casillas; Shakira invece annuncia “Questa notte non c’è waka-waka per nessuno”! Tragicomico il fotomontaggio che vede Casillas e compagni suonando in un quartetto d’archi mentre il Titanic spagnolo affonda. La maglietta dei giocatori, usata solo due volte e neanche sudata, è in offerta a €4,99! Il tennista Nadal, invece, minaccia di andare in Brasile per far vincere finalmente la Spagna. Poi c’è il disastroso Costa che al telefono con Scolari, allenatore del Brasile, afferma “Stavo scherzando” riguardo alla preferenza per la nazionale meme22spagnola su quella brasiliana! C’è anche Sergio Ramos nelle vignette spagnole: un leone col Real Madrid, un tenero gattino con la nazionale. Poi c’è Woody di Toy Story che prende in giro Buzz con lo scherzo “Guarda: un gol della Spagna!” che invece non c’è. Spazio anche all’irriconoscibile Casillas definito “El falso 1“. E Piqué che afferma “Ora mi tocca tifare Colombia altrimenti mi cacciano di casa” (riferendosi alla la sua Shakira). C’è anche una foto dei giocatori spagnoli uscendo dal campo con la didascalia: “L’importante è la salute”, il nuovo re Felipe che ringrazia Iniesta per la partecipazione alla sua festa di incoronazione e Rajoy che si dispera perché “Con l’eliminazione dal mondiale tutti ricorderanno che siamo in crisi”.

Insomma una Spagna che volta subito pagina, con la sana autoironia di chi non si vuol prendere troppo sul serio e augura sportivamente un buon meme21cammino al Cile! “Todo se acaba“, tutto finisce, recitano i quotidiani iberici. Il nuovo re aprirà forse una nuova stagione di successi forse quando la corona tornerà a seguire la furia rossa dalla tribuna.

meme3

meme8

meme1

meme24

meme30

meme18

meme7

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: