Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Papa Francesco, San Valentino e i fidanzati


papa francesco fidanzatiRomagiornale – Papa Francesco incontrerà i fidanzati nell’aula Paolo VI il 14 febbraio alle ore 11,00am per riflettere assieme su “La gioia del sì per sempre”. L’incontro è stato organizzato dal Pontificio Consiglio della Famiglia che ha invitato all’evento tutti “i fidanzati che hanno frequentato, o stanno vivendo, i percorsi di preparazione al matrimonio”.

I fidanzati che vorranno partecipare all’udienza del papa dovranno richiederne i biglietti iscrivendosi “entro il 30 gennaio presso gli Uffici Famiglia delle Diocesi, le segreterie dei movimenti e associazioni oppure scrivendo a events@family.va”. Per quanto riguarda la diocesi di Roma, per avere maggiori dettagli e informazioni, si può contattare il Centro per la Pastorale Familiare telefonando al numero 06-69886211 o scrivendo una e-mail a luca.pasquale@vicariatusurbis.org oppure a:centropastoralefamiliare@vicariatusurbis.org.

locandina_webA capo del dicastero vaticano che organizza l’evento c’è l’arcivescovo italiano Mons. Vincenzo Paglia già vescovo di Terni. Mons. Paglia era solito incontrare i giovani fidanzati della sua diocesi nel giorno di San Valentino, vescovo di Terni nel III secolo i cui resti riposano nella città umbra. Fu proprio Paglia che, in ottobre dello scorso anno, organizzò la “festa delle famiglie”: un pellegrinaggio delle famiglie presso la tomba di S. Pietro a chiusura dell’Anno della Fede (26 e 27 ottobre). In quell’ occasione papa Francesco incontrando in Piazza San Pietro centinaia di famiglie accorse da tutta Italia, sottolineò l’importanza del Sacramento del matrimonio per sopravvivere alla “cultura del provvisorio” e mettersi responsabilmente in cammino per tutta la vita.

Papa Francesco, sempre attento alle problematiche della famiglia e dei giovani, si era già rivolto ai fidanzati durante la sua visita pastorale ad Assisi. Davanti ai giovani dell’Umbria il papa ha riconosciuto che oggi “ci vuole coraggio per formare una famiglia” ma ha incoraggiato ancora una volta i giovani a non accontentarsi della “cultura del provvisorio” che promuove l’amore a breve scandenza e a “Non avere paura di fare passi definitivi, come quello del matrimonio”. L’amore umano infatti è segno dell’amore divino che non scade ma dura per sempre: “Gesù non ci ha salvato provvisoriamente: ci ha salvati definitivamente!”. La forza del fidanzamento dunque viene dalla certezza della vocazione divina, del progetto voluto da Dio per i il maschio e la femmina, quello di formare una famiglia: “La famiglia è la vocazione che Dio ha scritto nella natura dell’uomo e della donna”.

Il 14 di febbraio è il giorno in cui la Chiesa ricorda i santi Cirillo e Metodio (evangelizzatori dell’est Europa e patroni del vecchio continente) ma anche San Valentino martire, vescovo di Terni, che fu decapitato il 14 febbraio del 273 a Roma, dall’imperatore Aureliano. Le leggende sorte attorno alla figura del fiero vescovo cattolico, evangelizzatore e taumaturgo, contribuirono a dipingerlo come un uomo dolce e romantico, sostenitore dei fidanzati a cui, si dice, usava regalare delle rose.

San_valentinoOggi, in tutto il mondo, il nome di questo martire cristiano si confonde con quello della festa degli innamorati. Purtroppo però, ci si dimentica troppo spesso che l’amore e la passione dimostrate da Valentino sono ben diversi da ciò che oggi si intende comunemente per innamoramento. Alla precarietà dei rapporti affettivi basati sulla attrazione fisica, sul piacere e sulla soddisfazione personale (nella infantile logica del mi piace/non mi piace), san Valentino contrappone un diverso tipo di amore basato sul dono di sé che dura per tutta la vita. L’amore che predica San Valentino è l’amore per sempre, quello così resistente da essere più forte della morte, quel fuoco così grande che le grandi acque non possono spegnere né i fiumi travolgere (Ct 8,6.7). Una particolare e doverosa precisazione che il papa di certo non trascurerà nel suo dialogo coi giovani.

Articolo scritto per http://www.romagiornale.it

logo_romagiornale_435x60

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: