Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Cracovia 2016. L’appuntamento è fissato.


foto ANSA

foto ANSA

Si è conclusa la GMG di Rio de Janeiro con la messa finale sulla spiaggia di Copacabana. Papa Francesco, alla fine della messa, ha annunciato ai 3 milioni di ragazzi presenti, che la prossima Giornata Mondiale della Gioventù si terrà in Polonia nel 2016, 25 anni dopo la GMG di Czestochowa. Il 28 Luglio, durante l’Angelus, Francesco ha affermato:

Cari giovani, abbiamo un appuntamento nella prossima Giornata Mondiale della Gioventù, nel 2016, a Cracovia, in Polonia. Per l’intercessione materna di Maria, chiediamo la luce dello Spirito Santo sul cammino che ci porterà a questa nuova tappa di gioiosa celebrazione della fede e dell’amore di Cristo.

Questa volta sarà la città di Cracovia, capoluogo della regione “piccola Polonia”,  ad ospitare i pellegrini che accorreranno da tutto il mondo per la GMG. In questa città visse Giovanni Paolo II, il papa polacco, ideatore delle Giornate Mondiali della Gioventù. Karol Wojtyla si trasferì a Cracovia all’età di 18 anni. Qui iniziò e completò gli studi universitari, frequentò il Seminario, venne ordinato sacerdote ed esercitò il suo ministero sacerdotale ed episcopale come Arcivescovo della città. Da Cracovia Mons. Wojtyla partì per il Conclave dell’ottobre del 1978 dove fu eletto Sommo Pontefice della Chiesa Cattolica.

Papa Francesco ha accettato la candidatura della città polacca presentata dal suo vescovo il Cardinale Stanislaw Dziwisz che fu per molti anni segretario personale di Giovanni Paolo II e autore del bellissimo libro-intervista “Una vita con Karol“.

Giovanni-Paolo 2Sarà una GMG sulle orme di San Giovanni Paolo II, infatti lo stesso papa Francesco ha confermato l’intenzione di canonizzare a breve il Beato polacco, forse proprio nel 2014. Riconosciuto il miracolo, necessario per concludere il processo di canonizzazione, si attende solamente che venga stabilita la data ufficiale della celebrazione in San Pietro (forse la Domenica della Misericordia nella primavera del 2014). Durante la GMG di Cracovia sarà possibile ripercorrere la storia del santo papa polacco visitando i luoghi più significativi della sua vita a Cracovia.

oswiecim-auschwitz

Ingresso al campo di concentramento di Auschwitz

Il pellegrinaggio in Polonia sarà anche l’occasione per rendere omaggio alle vittime della Seconda Guerra Mondiale. Lì sarà possibile e doveroso visitare i campi di concentramento dove sono stati martirizzati centinaia di migliaia di uomini vittime della follia nazista. Tra questi anche molti santi come Massimiliano Kolbe, sacerdote polacco, una figura straordinaria la cui vita (spesso sconosciuta) è stata dedicata completamente al servizio di Dio e del prossimo e segnata da un esemplare amore alla Vergine Maria. Il più conosciuto di questi campi di lavoro è Auschwitz (il nome polacco è “Oswiecim”) che si trova a 65 Km di distanza da Cracovia. Qui furono imprigionati, tra gli altri, lo stesso padre Kolbe, santa Teresa della Croce (la filosofa e religiosa Edith Stein), Anna Frank, Etty Hillesum, Primo Levi ed Elie Wiesel.

Un passaggio obbligato sarà il Centro “Non abbiate paura”, un Santuario dedicato alla memoria di Giovanni Paolo II e costruito non lontano dal Santuario della Divina Misericordia dedicato alla santa polacca Santa Faustina Kowalska. Il complesso, progettato nel 2006 per volere del Card. Dziwisz, Vescovo di Cracovia, è ancora in fase di costruzione. La prima fase del progetto è stata inaugurata a giugno del 2013 (la basilica inferiore con le reliquie del papa e il centro di volontariato). La seconda fase prevede la costruzione della Chiesa superiore, una torre e un museo. Infine verrà costruito un centro di accoglienza di pellegrini, un albergo e un centro di conferenze. Tutto sarà pronto per accogliere i giovani pellegrini nel 2016.

A circa 145 chilometri dalla città di Cracovia si trova uno dei santuari mariani più importanti d’Europa:, il santuario della Madonna di Czestochowa, conosciuta anche come Madonna di Jasna Gòra (nome del monte su cui sorge il santuario). Qui, ogni anno si recano in pellegrinaggio centinaia di migliaia di fedeli provenienti, non solo dalla Polonia, ma da tutta l’Europa per venerare l’immagine che, secondo la tradizione, fu dipinta dallo stesso San Luca Evangelista. Fu qui che papa Giovanni Paolo II radunò i giovani nel 1991 per la Giornata Mondiale della Gioventù.

cracovia_piazzaOltre all’aspetto spirituale della città, impreziosita dalla storia di tanti santi e martiri, Cracovia è anche una bellissima meta turistica all’interno dell’Europa continentale. Situata a sud del paese, Cracovia fu fondata attorno all’anno mille ed è stata a lungo la capitale della Polonia. Oggi la capitale è Varsavia (dall’anno 1609) ma Cracovia – seconda città più grande del paese – rimane tuttora il più importante centro storico, culturale ed artistico della Polonia. Oltre alle bellezze artistiche (musei, chiese, piazze…) Cracovia offre un’interessante varietà culinaria.Tra i piatti tipici della cucina locale il più caratteristico sono i pierogi dei ravioli ripieni di carne, formaggio o verdure. Bisognerà assaggiare anche gli stufati di carne (bigos), i crauti, le salsicce e tante altre ottime ricette locali, peraltro a prezzi bassissimi! Tutto accompagnato da fresche birre e buon Vodka.

Su internet è già stato aperto il sito ufficiale della GMG di Cracovia 2016, che si può consultare in 6 lingue. Il sito web offre alcune notizie, una presentazione della città di Cracovia (un video turistico che mostra le bellezze della città polacca), il messaggio di benvenuto del Card. Dziwisz, un invito a visitare i luoghi dove visse Giovanni Paolo II, informazioni sul santuario di Santa Faustina Kowalska.

GMG CRACOWIAGiovani di tutto il mondo, armatevi e partite! Ma anche i meno giovani, le famiglie intere, potranno partecipare. Le agenzie di viaggi potranno offrire ottimi itinerari (ne suggerisco una tra le tante, chiedete di Carlo che è esperto!), ma anche navigando su internet con un po di pazienza e iniziativa si potrà preparare al meglio questo pellegrinaggio. Mancano ancora 3 anni: il tempo per organizzare, risparmiare per pagare il viaggio, informarsi e – perché no? – imparare il polacco, c’è! Poche scuse, dunque, e ci vediamo in Polonia!

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Cracovia 2016. L’appuntamento è fissato.

  1. Pingback: Non abbiate paura: il musical dedicato a papa Giovanni Paolo II

  2. Pingback: San Giovanni Paolo II: miracoli, statistiche e curiosità. | Testa•del•Serpente

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: