Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Emma Bonino e il discorso mancato.


blog-2007-03-24-20-20-3511Ecco una nuova puntata della tanto nota, divertentissima, strabiliante e infinita caccia alle streghe. Anche questa volta la notizia è alquanto bizzarra: durante il funerale dell’attrice italiana Mariangela Melato, Emma Bonino è stata offesa dal parroco che, dopo la cerimonia religiosa, le ha impedito di pronunciare il suo discorso di addio dentro Santa Maria in Montesanto, la chiesa “degli artisti”, in piazza del Popolo.

E sui media si scatena la furia di atei sorpresi, anticattolici furiosi e pseudo cattolici delusi.
La parte del cattivo questa volta la fa Don Walter, sacerdote del clero di Roma, che si è trovato a presiedere il funerale dell’attrice tra volti noti e meno noti del cinema e della televisione italiana. Tra gli artisti presenti, la più artista dei politici italiani, Emma Bonino del partito Radicale, paladina di alcuni diritti di alcuni uomini e di alcune donne. Non di tutti ovviamente sarebbe troppo bello… sicuramente non è paladina dei diritti dei cristiani… sì dei bambini affamati, non dei bambini nel grembo della mamma; paladina dei diritti di alcuni uomini e donne sì ma solo da certe dimensioni o da qualche età in su: non di quelli di dimensioni minute che, per qualche grossolano errore di calcolo, la Bonino non ha mai considerato vere persone. Campionessa esperta e grande promotrice dell’aborto chirurgico (suo il metodo della “pompa per bicicletta”), Emma la sanguinaria (si può dire? Oppure crediamo ancora che Hitler, padre dell’eugenetica moderna, fosse una buonanima con un grande cuore che batteva per l’umanità?), questa volta se la prende con il prete perché non fa gli onori di casa come dovrebbe.

Dall’altra parte, la teoria del prete cattivo è che la Bonino avrebbe dovuto parlare fuori, sul sagrato, dove tanta gente era accorsa per presenziare il doloroso evento. Ma la Bonino non ci sta. Un altro attore, Renzo Arbore, difende l’amica addirittura augurando l’INFERNO a quel prete senza cuore! Cavolo, deve averla fatta veramente grossa don Walter!

La nostra paladina prende la palla al balzo, l’occasione è d’oro per gettar olio bollente sulla Chiesa, il suo miglior diletto, la sua battaglia preferita, contro i cattolici e il Papa. Eccola, quindi, far la parte della vittima innocente oltraggiata malamente proprio da chi non se l’aspettava e addolorata come una vergine allontanata dal suo amore. Afferma sconvolta, delusa e sorpresa: “Non sono un’esperta di cerimonie religiose…” Per lo meno si intenderà di buon senso per sapere che, se va a casa altrui, si suppone che il padrone di casa conosca le regole.

Don Walter Insero

Don Walter Insero

Ho conosciuto Don Walter quando – prima di diventare prete – venne a Roma per completare gli studi alla Gregoriana. Ricordo che era una persona estremamente educata e diplomatica; un uomo di preghiera e di riflessione ma anche dotato di una spiccata e brillante intelligenza. Tutto ciò lo ha portato ad acquisire il titolo di dottore in teologia (uno studio sull’ecclesiologia del card. Ratzinger) e a diventare professore universitario; a lui sono stati affidati diversi incarichi nel Vicariato della città di Roma come responsabile dell’Ufficio per le Comunicazioni Sociali, direttore dell’Ufficio per la Pastorale Sociale e, dal 2004, è cappellano della RAI. Facile capire che – come si dice a Roma – “non stiamo a pettinà le bambole“! Insomma da uno così non puoi mica pretendere che conosca le regole da applicare ai funerali! È comunque un insensibile, il nostro prete cattivo, perché in un momento così triste forse non è il caso di fare tanto il preciso… avrebbe dovuto chiudere uno o due occhi!

Questa la notizia; poi via ai commenti e ai voti da casa! i vari papi pontificano ed ecco tirare in ballo, la chiesa che ha sconvolto l’Europa con le guerre, l’insensibilità dei preti, la pedofilia, (l’omosessualità no, quella non è più un’accusa, anzi…), la falsa donazione di Costantino, le crociate, l’IMU, le riduzioni gesuitiche, Manuela Orlandi, gli ebrei, Hitler, Mussolini, Franco, la schiavitù nelle Americhe, i roghi medievali, le indulgenze, la bioetica, la liberazione femminile, il codice Da Vinci, Galileo, il buco nell’ozono, la questua domenicale, l’otto per mille, i mille e l’unità d’Italia, e mille altri misfatti! Tutto colpa di don Walter!

Ma il premio al miglior commento lo ha vinto un “fervente cattolico” che, sul blog de La Repubblica, commenta con toni amari: “Da cristiano e cattolico posso solo dire che mi vergogno (…). Non sono di Roma, ma se vengo a Roma in quella chiesa io non ci metterò mai piede”. Un problema in meno per don Walter! Un problema grosso grosso per l’umanità!

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Emma Bonino e il discorso mancato.

  1. rossella in ha detto:

    La signora soffre di egocentrismo.Per avere un minimo di visibilità,cosa non si fa………….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: