Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" •

Ritorno al Paradiso perduto: l’immacolata Concezione e le nostre vite.

Diego Velazquez, Inmaculada Concepción

La fede della Chiesa e i dogmi mariani.

Fin dai primi secoli i cristiani hanno considerato la Vergine Maria come una donna privilegiata, dotata di caratteristiche speciali, prescelta da Dio e dunque destinataria di grazie particolari in vista della sua specialissima missione: quella di diventare la madre di Nostro Signore Gesù Cristo. Per questo, con uno speciale dono profetico, i primi cristiani consideravano Maria “immacolata”, ossia non ferita dall’esperienza del peccato originale, in virtù della sua chiamata a diventare la “Madre di Dio”. Questo quando ancora non esistevano definizioni dottrinali che definissero in maniera ufficiale i dogmi e delimitassero i confini dell’ortodossia.

Continua a leggere…

Sessanta anni fa l’apparizione della Vergine Maria a Kiko Argüello ispirò la nascita del Cammino Neocatecumenale

di: Javier Lozano – 5 de diciembre 2019
fonte: Fundación Cari Filii

Nel giorno dell’Immacolata di sessanta anni fa, a Madrid in via Blasco de Garay, la Vergine appariva a un ragazzo di vent’anni chiamato Francisco Argüello per ispirare la nascita del Cammino Neocatecumenale.

L’Immacolata Concezione ha una profonda relazione con la Spagna, al punto che è patrona del paese iberico. Furono infatti i cattolici spagnoli, che da secoli celebrano questa festa, ad avere un ruolo fondamentale nel processo che portò la Chiesa al riconoscimento e alla definizione ufficiale del dogma avvenuta nel 1854.

Continua a leggere…

Giuseppe Cottone (Pino): una vida entregada por el Evangelio en Ecuador

La muerte del catequista Pino Cottone, a un año de haberse despedido de su esposa Pina, ha conmocionado el Ecuador donde este matrimonio ha evangelizado por más de cuarenta años como responsables del Camino Neocatecumenal. Publicamos una nota de prensa llegada del Ecuador.

Durante los últimos tres días, miles de personas de todas las regiones del Ecuador han querido dar su último adiós a Giuseppe Cottone, “Pino”, en unos funerales llenos de fe, de emoción y de agradecimiento por toda una vida entregada al anuncio del amor de Dios, en su retorno a la casa del Padre Celestial.

Continua a leggere…

Le "sardine" come i primi cristiani: letture gesuitiche e nuova soteriologia

Dopo aver sostenuto e applaudito Carola Rackete (“Coraggiosa eroina da imitare”) e Greta Thumberg (“Il mondo salvato dai ragazzini”) ora i gesuiti applaudono le Sardine come fossero un dono dello Spirito Santo. E’ la mondanizzazione del Vangelo, ridotto a codice di buona condotta no global, ecologista e antifascista.

Mentre politologhi, analisti, giornalisti e commentatori cercano di decifrare il nuovo fenomeno delle “sardine” e di definirne la valenza sociale e politica, il padre gesuita Bartolomeo Sorge sembra avere le idee chiare sul fenomeno e condivide la sua analisi su Twitter: «Il pesce delle piazze di oggi (le “sardine”) è – come il pesce dei primi cristiani (IXTHYS) – anelito di libertà da ogni “imperatore” palese o occulto»

Continua a leggere…

La dura vita degli intellettuali di sinistra: “Noi raffinati intellettuali, voi rozzi trogloditi”

La morale di Corrado Augias esplicita ciò che sentiamo dire da anni sui giornali. Chi vota a destra lo fa per rispondere a un istinto animale. Chi vota a sinistra è superiore: è dotato di “conoscenza” e “nobile altruismo”. Ma è un nuovo autogoal della sinistra, sempre più anti-populista e im-popolare.

«Essere di sinistra è difficile». Lo ha affermato Corrado Augias a “Di Martedi”, programma di Giovanni Floris su La7, in dialogo con il deputato Pierluigi Bersani.

Al contrario, essere di destra «è facile» ha affermato il noto conduttore. Perché «Vuol dire andare incontro alle spinte istintive, che quasi tutti hanno. E che vengono invece moderate, e indirizzate magari meglio, dal ragionamento, dalla conoscenza degli argomenti, da un senso nobile di altruismo… Essere di sinistra è più difficile. La sinistra gioca su un terreno dove la conoscenza degli argomenti è fondamentale. Quelli di destra dicono, a me gli immigrati mi fanno schifo. Fine del discorso».

Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: