Testa•del•Serpente

"Rinunciare a tutto per salvare la testa" • Un blog di Miguel Cuartero Samperi

Un’errore in Gaudete et Exsultate e le copie ritirare: “Como Vicario suyo”

Lunedì 9 aprile la Libreria Editrice Vaticana ha pubblicato l’Esortazione apostolica di papa Francesco Gaudete et Exsultate. L’editore aveva previsto di lanciare in contemporanea l’atteso documento papale in quattro lingue: italiano, inglese, spagnolo e francese. Ma qualcosa è andato storto e la mattina di lunedì le librerie hanno ricevuto l’avviso che le edizioni in francese e in spagnolo che i corrieri avrebbero consegnato in mattinata sarebbero state immediatamente ritirate perché “guaste”. Continua a leggere…

Annunci

Anthony Freeman: l’autopsia sul seminarista conferma la morte per cause naturali

“Una morte sospetta”, “avvolta nel mistero”: così i giornali (per lo meno quelli italiani, dove ho letto la notizia) hanno annunciato la morte del seminarista americano Anthony Freeman (29 anni) avvenuta a Roma la notte tra l’1 e il 2 aprile nel collegio dei Legionari di Cristo.

A me è sembrata invece una storia straordinaria, della quale valeva la pena di parlare. Mi è sembrata una di quelle storie in cui Dio decide di entrare di sorpresa per sconvolgere i piani umani, anche quelli buoni, per trarre dal bene… ancora più bene. Per questo ne ho parlato su questo blog (dove, per motivi di tempo, scrivo un decimo delle cose che vorrei scrivere, ma questa storia l’ho voluta raccontare anche a costo di dormire qualche ora di meno per una notte, e non sono tante in generale). Nel parlarne ho subito detto che «Dio lo ha chiamato a sé», sfidando in qualche modo le ipotesi e le illazioni lanciate dalla stampa laica. Continua a leggere…

Giovane seminarista muore nel sonno dopo la Veglia Pasquale col Papa in Vaticano

Ha vissuto con intensità e devozione la sua ultima Pasqua. Poi Dio lo ha chiamato a sé, in maniera improvvisa e inaspettata. Ma il suo esemplare zelo apostolico resterà come una testimonianza decisiva per chi lo ha conosciuto e per chi inizierà ora a conoscerlo tramite i messaggi, i filmati e il libro che ci ha lasciato. Continua a leggere…

Fiat Lux: la luce della Risurrezione che illumina le tenebre dell’uomo (Benedetto XVI)

Pasqua è la festa della nuova creazione. Gesù è risorto e non muore più. Ha sfondato la porta verso una nuova vita che non conosce più né malattia né morte.

A Pasqua, al mattino del primo giorno della settimana, Dio ha detto nuovamente: “Sia la luce!”. Prima erano venute la notte del Monte degli Ulivi, l’eclissi solare della passione e morte di Gesù, la notte del sepolcro. Ma ora è di nuovo il primo giorno – la creazione ricomincia tutta nuova. “Sia la luce!”, dice Dio, “E la luce fu”. Gesù risorge dal sepolcro. La vita è più forte della morte. Il bene è più forte del male. L’amore è più forte dell’odio. La verità è più forte della menzogna. Il buio dei giorni passati è dissipato nel momento in cui Gesù risorge dal sepolcro e diventa, Egli stesso, pura luce di Dio. Questo, però, non si riferisce soltanto a Lui e non si riferisce solo al buio di quei giorni. Con la risurrezione di Gesù, la luce stessa è creata nuovamente. Egli ci attira tutti dietro di sé nella nuova vita della risurrezione e vince ogni forma di buio. Egli è il nuovo giorno di Dio, che vale per tutti noi. Continua a leggere…

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: